News dal CPO

Esame di Stato per l'abilitazione all'es…

15-02-2018 Hits:363 News CPO . . - avatar . .

Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Consulente del Lavoro - Sessione 2018

Leggi tutto

Modifica contribuzione per RLST

15-02-2017 Hits:352 News CPO . . - avatar . .

Modifica contribuzione per RLST settore Studi Professionali di Parma Pertanto, a decorrere dal 1° gennaio 2017, il versamento del contributo è nella misura di € 40,00 per dipendente (€ 20,00 se...

Leggi tutto

Richiesta, rinnovo e duplicazione DUI

25-01-2017 Hits:413 News CPO Super User - avatar Super User

Come richiedere, rinnovare e duplicare il DUI Da gennaio 2017 il tesserino DUI potrà essere richiesto esclusivamente sull’apposita piattaforma di gestione del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. Per richiedere il...

Leggi tutto

Costituzione Organismo Paritetico Provin…

15-10-2015 Hits:595 News CPO . . - avatar . .

Informiamo gli Iscritti che il 15/02/2016 è stato siglato il verbale integrativo ed applicativo dell’Accordo del 6/10/2015 istitutivo del R.L.S.T. nel settore Studi Professionali di Parma. Ricordiamo che possono rivolgersi all’O.P.P.S...

Leggi tutto

Microcredito: i Consulenti disponibili

01-04-2015 Hits:476 News CPO . . - avatar . .

Microcredito: elenco dei Consulenti del Lavoro disponibili nella Provincia di Parma Per avere informazioni e avviare la procedura per l'accesso al MICROCREDITO, rivolgiti al tuo Consulente del Lavoro di fiducia. In...

Leggi tutto

News dal CNO

Regime di cassa: tutti gli aspetti da conoscere
La disciplina per la determinazione del reddito delle imprese minori riepilogata in web tv da Dario Fiori

MISE: agevolazioni per Impresa 4.0
In GU il decreto che disciplina termini, modalità e procedura per la concessione

"A proposito di..."retribuzioni tracciabili
Alle 15.00 Simone Cagliano in web radio per discutere del provvedimento in vigore dal 1° luglio

Credito d'imposta Mezzogiorno, controlli antimafia più semplici
Il Ministero dell'Interno velocizza la procedura per la fruizione del beneficio

Fontana: per essere leader non basta consenso elettorale
Al Festival di Milano il colloquio con il Direttore del Corriere della Sera autore del libro "Un Paese senza Leader"

Fondazione Lavoro: iscrizioni aperte corso politiche attive
Fino al 31 luglio è possibile effettuare l'iscrizione per la 2° edizione del corso

Decreto Dignità, le modifiche possibili
Il CNO in audizione alla Camera ha suggerito alcune proposte migliorative

Inps: imposizione contributiva per artigiani e commercianti
Nel messaggio del 17 luglio 2018 l'Istituto comunica che sono disponibili i modelli F24 per il versamento dei contributi

Emilia Romagna: il CUP entra nel Patto per il Lavoro
Intesa con la Regione per dare voce ai 70mila professionisti attivi sul territorio

Siri, flat tax uno shock fiscale necessario
L'intervento di Armando Siri, Sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, al Festival del Lavoro 2018

Sud, dal MISE 30 milioni per crisi industriali
In GU il decreto che stanza ulteriori risorse al Programma operativo nazionale "Imprese e competitività" 2014-2020

Maternità: congedo straordinario non influisce su calcolo indennità
A stabilirlo la Corte Costituzionale con la sentenza n. 158 depositata il 13 luglio 2018

Gestione separata Committenti: comunicazioni di debito 2017
L'Inps con messaggio 2862 informa che la comunicazione sarà anticipata da alert per aziende committenti

De Luca: Antitrust sbaglia sull'equo compenso
Su Italia Oggi il Presidente di Fondazione Studi risponde al Garante sulle tariffe dei professionisti

Il Decreto Dignità risolve la precarietà?
Rispondi al questionario della Fondazione Studi

Gli indici dell’incertezza normativa tributaria
Nella sentenza 18405/2018 della Cassazione il decalogo che salva i contribuenti dalle sanzioni

Agenda elettronica appuntamenti SUI
Terminata la fase sperimentale, utilizzo in tutt’Italia

Guida all’applicazione del “Decreto Dignità”
Fondazione Studi evidenza, con circolare n.14/18, i miglioramenti necessari e le criticità in assenza di una norma transitoria

IMU 2018: entro il 18/7 sanzione ridotta per 1° acconto
Il contribuente potrà optare per il cosiddetto "ravvedimento breve" per il mancato pagamento del 1° acconto

Friedman: "Serve meritocrazia e governo serio per creare nuovi posti di lavoro"
L'economia italiana spiegata dallo scrittore americano al Festival del Lavoro

 

1. I Consulenti del lavoro nella realtà economico-produttiva
e sociale del paese
2. Il riconoscimento della professione
3. Il percorso formativo

 

I Consulenti del lavoro nella realtà economico-produttiva e sociale del paese

I consulenti del lavoro in Italia sono circa 23.000, hanno 70.000 dipendenti, amministrano 1.000.000 aziende con 7 milioni di addetti; gestiscono personale dipendente per un monte retribuzioni di circa 100.000 miliardi all'anno, redigono 1.200.000 dichiarazioni dei redditi ed esercitano funzioni di conciliazione o di consulenza di parte o di consulenza tecnica del giudice in oltre 100.000 vertenze di lavoro.
Nella graduatoria dei liberi professionisti sono al terzo posto per base imponibile denunciata al fisco, dopo notai e commercialisti.
L'intervento professionale del consulente del lavoro si colloca generalmente nell'area della consulenza alla piccolo-media impresa con una specializzazione nella gestione dei rapporti di lavoro, in linea con l'evoluzione del sistema produttivo che, secondo gli esperti di scenario, sarà nel futuro costituito da piccole imprese operanti in prevalenza nel terziario, dove la gestione delle risorse umane costituirà il vero fattore strategico di sviluppo.
In uno dei passi più significativi della ricerca svolta dal Censis, che vede nel consulente del lavoro un vero e proprio dirigente esterno alla piccola e media impresa, si legge: "Nel panorama delle professioni emergenti, quella del consulente del lavoro è certamente una figura emblematica di tutto un processo che nella società del terziario avanzato conduce progressivamente ad una accentuata specializzazione funzionale nel campo dei servizi".
"I consulenti del lavoro rappresentano una sorta di miniera, un valore aggiunto per il mondo del lavoro e per la collettività": così ebbe ad esprimersi Bianca Maria Fiorillo, Sottosegretario del Ministero del lavoro in occasione del 3° Congresso Nazionale di Categoria.

Top torna all'indice

Il riconoscimento della professione

La professione, inizialmente individuata con legge n° 1815/39, trova una sua prima specifica regolamentazione con la legge n° 1081/64 che istituisce l'albo dei consulenti del lavoro.
La dinamicità, propria della categoria professionale, e la spiccata attitudine all'aggregazione a livello associativo, hanno portato in breve tempo a due importanti tappe istituzionali:
- la costituzione, con la legge n° 1100/71, dell'E.N.P.A.C.L., Ente di Previdenza ed Assistenza per i Consulenti del lavoro, e la conseguente regolamentazione del sistema pensionistico e previdenziale, modificata dalla legge n° 249/91 e recentemente privatizzato;
- l'approvazione della legge n° 12/79 che disciplina l'ordinamento professionale definendone l'oggetto, i requisiti per l'iscrizione all'albo, le modalità relative all'esercizio della professione, l'organizzazione statutaria, le norme penali per l'esercizio abusivo della professione, l'autotutela e la disciplina interna, il segreto professionale.

Top torna all'indice

Il percorso formativo

Secondo le norme dettate dalla legge istitutiva dell'ordinamento professionale, il titolo di studio richiesto è la laurea triennale o quinquennale in Giurisprudenza, Scienze economiche e commerciali o Scienze Politiche, ovvero il diploma universitario o la laurea triennale in consulenza del lavoro.
E' richiesto inoltre un biennio di praticantato presso lo studio professionale di un consulente del lavoro o di uno dei professionisti individuati dall'art. 1 della legge 12/79.
Dopo il praticantato è necessario superare un esame di Stato, per l'abilitazione allo svolgimento dell'attività professionale, che prevede prove scritte e orali nelle seguenti discipline: diritto del lavoro e legislazione sociale, diritto tributario, diritto privato, pubblico e penale, ragioneria.
Dall'inizio degli anni '80 la categoria si è attivata per ottenere una formazione mirata a livello universitario: sono nate così le scuole dirette a fini speciali per consulenti del lavoro in vari atenei italiani. Già dall'anno accademico 1989/90 è stata attivata, presso l'Università di Siena una scuola triennale per la formazione dei consulenti del lavoro, che ha rilasciato i primi diplomi al termine dell'anno accademico 1991/1992.
Negli anni successivi analoghi corsi sono stati istituiti anche presso numerosi altri atenei.

Il corso di durata triennale prevede esami obbligatori sia nell'area del diritto (tributario, del lavoro, commerciale, amministrativo, civile, penale, comparato internazionale comunitario) che in quelle della sociologia e dell'economia.
L'Università degli Studi di Milano, nell'ambito della facoltà di giurisprudenza, ha istituito un corso di laurea di 1° livello in "scienze dei servizi giuridici per Consulenti del lavoro".

Top torna all'indice

Ordine Consulenti del Lavoro

Consiglio Provinciale di Parma

Viale dei Mille, 140
43125 Parma PR
Italia

Telefono: 0521 941 428 
Fax: 0521 952 721 
Email: segreteria@consulentilavoro.pr.it
PEC: ordine.parma@consulentidellavoropec.it

Cod. Fisc. 80014810347

Parma sui social

TwitterHP

YouTubeHP